Latest Posts


Finalmente siamo riusciti a realizzare uno dei nostri traveldreams 2015. 
Finalmente abbiamo organizzato una fuga alla città dei Sassi. 
Finalmente ci siamo trovati difronte la straordinaria Matera. 

"In effetti la prima volta che l'ho vista, ho perso la testa, perché era semplicemente perfetta"
Mel Gibson 


Sassi di Matera
Chiesa Rupestre
Matera
Vicoli dei Sassi di Matera
Matera
Sassi di Matera
Matera
Sassi di Matera
Sassi di Matera
Angoli di Matera
Matera
Particolare di un abitazione, Matera
Matera
Sassi di Matera
Matera si è rivelata ancora più straordinaria di quanto ci aspettassimo, una città unica, che offre un grande paesaggio culturale, motivo per il quale i Sassi sono patrimonio mondiale dell'umanità. 

I sassi di Matera costituiscono il centro storico della città. Essi rappresentano un eccezionale esempio di come l'uomo abbia utilizzato nel tempo le risorse fornite dalla natura. Con il nome Sassi si intendono i due quartieri ovvero il Sasso Barisano, verso nord ovest  e il Sasso Caveoso rivolto a sud. In mezzo i due sorge la Civita che ospita la Cattedrale di Matera e ai suoi piedi si estende il Piano il centro storico post medievale.

I luoghi più affascinanti da vedere a Matera sono le famose Chiese Rupestri, un centinaio di chiese scavate nella roccia, disseminante in tutto il territorio. Vi consigliamo di visitare, per chi si trova a Matera per un giorno, il circuito che comprende: Santa Maria De Idris e San Giovanni in Monterrone è uno sperone di roccia che si erge nel Sasso Caveoso e comprende due chiese quasi completamente scavate nella roccia. Santa Lucia Alle Malve, utilizzata da una comunità di monache benedettine come luogo di culto, conserva dei bellissimi affreschi. San Pietro Barisano invece è la più grande chiesa rupestre della città di Matera.

Tra i luoghi più importanti da vedere nella città dei sassi non può di certo mancare la visita alla Cattedrale, che sorge sul colle della Civitas, nel punto più alto della città. Qui si gode anche di un meraviglioso panorama sul Sasso Barisano. Infine per immergersi completamente nella vita di questa città è d'obbligo una visita alla Casagrotta, la tipica abitazione dei Sassi scavata nella roccia calcarea, un ottimo modo per comprendere la vita materana.

Di sera poi, ci si trova dinanzi uno spettacolo che parla direttamente al cuore. Matera è di una bellezza pittoresca e di sera si trasforma in un piccolo presepe con un labirinto di stradine le cui luci la rendono ancora più magica e suggestiva.


Sassi di Matera
Sassi di Matera panorama notturno
Sassi di Matera
Sassi di Matera nella magia di notte


Matera è una cartolina.
I sassi sono uno spettacolo unico 
un susseguirsi di vicoli, scalinate, case, rocce... 
adagiati sull'orlo di un costone roccioso.

Sassi di Matera

Da "Vergogna dell'Italia" a Capitale della Cultura Europea nel 2019. Matera è uno splendido esempio di come l'Italia può vivere di solo turismo. La nostra nazione possiede un patrimonio storico-artistico straordinario (sia in termini di quantità che di qualità) ma troppo spesso non è valorizzato, anzi in alcuni casi è lasciato all'abbandono. Matera è un modello da seguire, una città pulita, organizzata ad accogliere al meglio i visitatori, è una città umile e sensibile per questo Matera è oggi una delle meraviglie d'Italia.


Matera
Piazzetta Pascoli, Matera



Paesaggio dei Sassi, Matera


Avete mai sentito parlare della pizza Fiocco?
Se la risposta è negativa, dovete assolutamente rimediare!

Oggi vi parleremo della pizzeria La Vera Pizza Fiocco il cui nome deriva proprio dalla sua celebre pizza. Il locale, molto accogliente, è situato a Volla in provincia di Napoli ed è gestito dai fratelli pizzaioli Roberto e Salvatore Susta, gli inventori della mitica Pizza Fiocco.

La prima volta che abbiamo sentito parlare della Pizza Fiocco è stato durante un incontro con Nicola Spina e Rossella De Gennaro di Viaggiatori Low Cost, incuriositi dai loro commenti positivi e dai loro elogi abbiamo deciso di organizzare una cena presso la pizzeria dei Fratelli Susta.

Siamo stati accolti dall'energia ma soprattutto dalla contagiosa allegria dello staff ed in particolare di Roberto e Salvatore che abbiamo avuto il piacere di conoscere. Gentilezza e professionalità sono stati gli aspetti che più ci hanno colpito del team di La Vera Pizza Fiocco.

La vera pizza fiocco
Pizza Fiocco

Superfluo dire che la vera protagonista della serata è stata la Pizza Fiocco.

La pizza Fiocco è caratterizzata da quelli che sono alcuni dei nostri ingredienti preferiti, ovvero il prosciutto cotto e le patate, infatti il sapore delicato e unico è dato dal perfetto mix tra la mozzarella, il prosciutto cotto, la panna e i fiocchi di patate. Questi ultimi, inoltre, regalano alla pizza un bellissimo strato superficiale dorato che la rende ancora più appetitosa. 


Particolare del cornicione 
Pizza Fiocco e Pizza Bolognese

La vera pizza fiocco
Pizza Pataspeck 
La vera pizza Fiocco
Pizza Giallo Oro Dop
La vera pizza fiocco
Pizza Pataspeck e Pizza Giallo Oro Dop
Pizza Bolognese

Un altro punto di forza della pizzeria è la possibilità di poter scegliere due gusti per pizza, un sogno per chi come Tonia è eternamente indeciso. 

Abbiamo scelto la Pizza Pataspeck con ricotta, mozzarella, patate e speck, dal sapore deciso ma gustoso e la Pizza Giallo Oro Dopil cui nome deriva dalla predominanza di questo colore nell'aspetto. L'ingrediente principale è infatti il pomodorino giallo che, insieme alla mozzarella, dà vita ad un gusto dolce e delicato.

Le scelte si sono rivelate una più gustosa dell'altra ma il sapore della Pizza Fiocco è, a nostro parere, imbattibile! Ci avevano avvisati e ora è ufficiale: la Pizza Fiocco crea dipendenza!

 La pizzeria La Vera Pizza Fiocco è adatta anche ai celiaci poiché offre una vasta scelta di pizze e dolci senza glutine. 


Duplo Bianco



Per chi desidera gustare un'ottima pizza napoletana con un impasto soffice e leggero deve assolutamente provare La Vera Pizza Fiocco, il locale è accogliente, lo staff professionale e gentile e la qualità degli ingredienti utilizzati per le pizze è davvero eccezionale.

Voto: 8.5

Informazioni utili:
Pizzeria La Vera Pizza Fiocco
Via Filichito, 102 a Volla (Napoli)
Telefono: 081/7731613
Giorno di chiusura: domenica



Con i Fratelli Susta

Con i Fratelli Susa, Nicola Spina e Rossella De Gennaro di Viaggiatori Low Cost



L'Italia è uno scrigno di arte e storia. Le bellezze artistiche e paesaggistiche sono ovunque ed ogni angolo del Paese riserva infinite e meravigliose sorprese. Luoghi incantevoli ed unici che custodiscono paesaggi mozzafiato. 


L'Isola d'Elba rappresenta tutto questo.

Tutti ricordiamo dai libri di scuola quest'isola sulla quale è stato esiliato, nel 1814, Napoleone Bonaparte. Ma non è certo questo il solo motivo per cui la più grande isola dell'arcipelago toscano è nota.

L'Isola d'Elba è una delle mete italiane più visitate dai turisti di tutto il mondo, 147 km di coste frastagliate che, insieme all'affascinante entroterra, rappresentano un piccolo paradiso naturale. 

L'isola toscana è una meta ideale per tutti i periodi dell'anno, anzi, a differenza di quanto si pensi, sono l'autunno e la primavera i migliori periodi per ammirarla in tutto il suo splendore. Non siete ancora convinti? Ecco cinque buoni motivi per visitare l'Isola d'Elba fuori stagione.



Monte Capanne
Per gli amanti della natura e in particolare del trekking, la vetta più alta dell'isola è una meta imperdibile. Preparatevi ad un panorama mozzafiato, dalla cima infatti è possibile vedere tutte le isolette dell'arcipelago come Pianosa, Capraia e Montecristo e, se siete fortunati, potete scorgere persino Livorno! Inoltre il monte Capanne offre anche una bellissima flora, lungo il tragitto potrete osservare fiori profumatissimi e centinaia di specie di funghi, tra cui uno dei più ricercati, il porcino nero. Chi preferisce ammirare il paesaggio senza alcuno sforzo può utilizzare la cabinovia per raggiungere la cima e godere del meraviglioso panorama.

La cabinovia si trova a Marciana, località Pozzatello, a pochi metri dal centro abitato.

Portoferraio
Portoferraio è la città principale dell'Isola d'Elba, con il suo centro storico è il luogo che meglio rappresenta la storia dell'isola. Le viuzze del centro nascondono ville napoleoniche, fortezze medicee e chiese che rendono questo borgo estremamente affascinante. Da non perdere la Villa dei Mulini, dove trascorse i suoi giorni di esilio Napoleone, Forte Stella il cui faro rappresenta uno dei simboli di Porteferraio e la Chiesa di San Crispino o della Misericordia, nella quale sono custoditi i calchi in bronzo originali del volto e della mano di Napoleone.

Portoferraio è anche la città migliore per approdare sull'isola dal traghetto infatti si può ammirare un meraviglioso panorama. Se state per prenotare i traghetti per l'Isola d'Elba vi consigliamo di anticiparvi, in modo da usufruire degli sconti e quindi ottenere un buon risparmio.

Capoliveri
Una delle località più affascinanti è Capoliveri, un borgo di origine etrusca, intimo e accogliente, arroccato su un colle. Le sue stradine strette raggiungo la piazza principale attraverso continui saliscendi. Da qui è possibile ammirare splendidi scorci sui tetti del borgo. Nel centro pittoresco si respira un'atmosfera calda e vivace grazie ai tanti negozietti di artigianato e ai tanti locali. 

È possibile visitare anche l'unica miniera sotterranea dell'Isola, attraverso un escursione che vi farà rivivere la storia del paese minerario più antico dell'Isola d'Elba.

Porto Azzurro
Porto Azzuro è caratterizzata da un labirinto di viuzze che arrivano in una bella e ampia piazza sul mare. La piazza è il cuore pulsante del borgo e qui potrete scegliere una delle tante panchine pubbliche e godervi un meraviglioso tramonto sul mare. 

Porto Azzurro è una delle località serali preferite dai giovani soprattutto in estate.

Anello Occidentale
Chi si ferma all'Isola d'Ebla per un paio di giorni non può non percorrere l'Anello Occidentale.
Lungo ben 47km, il percorso totale prevede il giro completo della parte occidentale dell'isola regalando panorami e angoli di straordinaria bellezza. Un itinerario affascinante, che parte da Procchio e giunge fino a Marina di Campo e permette di apprezzare l'immensa bellezza dell'Isola d'Elba. 

Vi assicuriamo che ogni angolo merita di essere immortalato, quindi prendetevi tutto il tempo di cui avete bisogno e lasciatevi incantare dallo scenario..


E non c’è niente di più bello dell’istante che precede il viaggio, l’istante in cui l’orizzonte del domani viene a renderci visita e a raccontarci le sue promesse.
Milan Kundera






Una delle nostre passioni, di pari passo con quella per i Viaggi, è l'amore per il buon cibo.

In particolare, siamo innamorati della pizza, d'altronde non poteva essere il contrario dato che viviamo nella patria del piatto più mangiato al mondo.

Per questo motivo ogni occasione è buona per scoprire nuovi locali dove assaporare impasti e sapori diversi.

La Lanternina ad Acerra è un ottimo esempio di come un locale in provincia possa proporre un'eccellente pizza. Uno degli aspetti più importanti della pizza è la qualità dell'impasto, dalla quale scaturisce la sua digeribilità. Le pizze di La Lanternina, da questo punto di vista, non sono solo gustose ma risultano estremamente leggere, grazie alla farina e ad un particolare tipo di sale utilizzati per l'impasto.

Assolutamente da provare sono le pizze Gourmet di Vincenzo Feldi, chef e pizzaiolo di La Lanternina. Durante la nostra cena abbiamo avuto il piacere di assaggiare diverse pizze tra le quali La “Pizza Regina“ dal sapore unico ed estremamente saporito e fresco, composta da: Provola di Agerola, fiori di zucca freschi, conetti di bresaola ripieni di ricotta di bufala e granella di nocciole, il tutto condito con olio extravergine di oliva. Più particolare è la “Cetarese“ composta da: mozzarella di bufala, pomodorini datterini e filetti di tonno ed alici. Tutti gli ingredienti sono rigorosamente provenienti da Cetara, un piccolo borgo marinaro della Costiera Amalfitana. Chi ama i sapori particolari, non può lasciarsi sfuggire la "Delizia di Terra" con provola di Agerola, pancetta coppata, fichi freschi e pomodoro datterino, un abbinamento goloso che crea un sapore davvero unico!


Pizza Regina di Vincenzo Feldi
Pizza Cetarese di Vincenzo Feldi
Pizza Delizia di Terra di Vincenzo Feldi
Le pizze di Vincenzo Feldi gustate a La Laternina sono, non solo buone e gustose, ma presentano un ottima cottura e un aspetto elegante, un altro elemento importante perché si sa, anche l'occhio vuole la sua parte. 

Siamo rimasti particolarmente colpiti anche dalla frittura, dorata e leggera, che avviene esclusivamente tramite l'utilizzo di olio extra vergine di oliva. Abbiamo scelto di assaggiare una frittatina di spaghetti, un fiore di zucca ed un crocchè, quest'ultimo uno dei più buoni mai mangiati! 

Durante la serata abbiamo avuto il piacere di conoscere di persona lo chef Vincenzo Feldi, una persona timida e riservata, che ci ha mostrato subito una grande professionalità nel raccontarci come nascono le sue ricette e gli insoliti, ma sempre equilibrati, abbinamenti delle sue pizze. Dalle sue parole traspare tutta la passione per il suo lavoro e per il suo locale.

Pizza Delizia di Terra di Vincenzo Feldi
Pizza Bufalina
Chef Vincenzo Feldi
Pizza Bufalina
Frittata di spaghetti

Per chi desidera gustare un'ottima pizza napoletana deve assolutamente provare La Lanternina ad Acerra, il locale è accogliente, lo staff premuroso e gentile e la cosa più importante è l'alta qualità degli ingredienti utilizzati sia per le pizze che per gli altri piatti.

Voto: 7.5

Informazioni utili:
Ristorante Pizzeria La Lanternina
Via Vittorio Venete, 85 ad Acerra (Napoli)
Telefono: 081 52 00 413
Giorno di chiusura: Lunedì (aperto a pranzo come ristorante e a cena come pizzeria)


Allestimento La Lanternina












#OnePictureOneStory

Vienna:
  «Amo i suoi dintorni, dove si possono fare lunghe passeggiate,
meditare, studiare la natura, andare a caccia di idee e
riflettere sul trambusto della vita mortale.»
 "Rapsodia viennese", Anacleto Verrecchia

 Vienna è un elegante salotto, dove storia, arte e cultura si fondono in una capitale che ha saputo conciliare il suo passato imperiale con la modernità. Vienna è una città elegante che conserva gloriosi ricordi ma allo stesso tempo è una città giovane e aperta al futuro.

Uno degli aspetti che abbiamo amato di più è l'accuratezza dei dettagli in ogni angolo della città e la bellezza degli spazi verdi con la loro leggera tranquillità.

Schloss Belvedere è tutto questo.

Cartolina di Vienna
Cartolina di Vienna, retro

Il castello del Belvedere sorge nel quartiere di Landstraße a sud del cento storico di Vienna.
Il Belvedere è una delle più belle residenze dell'architettura barocca d'Europa. Il complesso è costituito da due splendidi palazzi, il Belvedere Superiore e il Belvedere Inferiore che ospitano oggigiorno alcuni importanti capolavori dell'arte europea. I due palazzi sono collegati da uno stupendo giardino alla francese ricco di aiuole, jeux  d'eau e statue.

Belvedere inferiore
L'edificio ospita lussuosi appartamenti e numerose sale di rappresentanza. 
Dalla Galleria di Marmo si accede all'Orangerie che ospita mostre temporanee.

Orari: tutti i giorni dalle 10:00 alle 18:00 | Merc 10:00 alle 21:00
Prezzo:  14 € | ridotto  11,50 €


Belvedere superiore
L'edificio ospita la Galleria Austriaca con opere d'arte che vanno dalla fine del barocco fino all'arte contemporanea. Qui si possono ammirare tantissimi capolavori, primo tra tutti il famosissimo "Il bacio" di Klimt.

Orari: tutti i giorni dalle 10:00 alle 18:00
Prezzo: 12 € | ridotto  9 €
Biglietto combinato: 20 € | ridotto 17 €

Il Belvedere Superiore è senza alcun dubbio il protagonista di questo complesso, nonché della nostra cartolina, è facile intuirne il perché. Man mano che si attraversa il giardino che porta verso questo palazzo, il panorama su Vienna si fa spettacolare e si crea una cornice perfetta per un'immagine della capitale che resta indelebile nella mente.


Per maggiori info: https://www.belvedere.at/de


Hlavne Namestie

Uno degli aspetti più belli del viaggiare è che ogni viaggio è una scoperta per gli occhi, per la mente e per il cuore. 

Bratislava è stata, sotto questo punto di vista, una vera conquista. 

La capitale slovacca dista poco più di un’ora da Vienna ed è collegata con quest’ultima in modo eccellente. Motivo per il quale, durante la stesura dell’itinerario del nostro viaggio a Vienna, abbiamo deciso di dedicare una giornata a questa città.


Chiesa di San Martino
Porta di San Michele


Hlavne Namestie

Bratislava è una capitale piccola ma viva e colorata, ben organizzata “turisticamente” ma soprattuto è bagnata dall’acque del “Danubio blu” che la rendono magica e non meno bella delle sue sorelle. 

La Città Vecchia è il cuore di Bratislava, sorge ai piedi del maestoso castello, immagine cartolina della capitale. I suoi vicoletti si aprono su meravigliose piazze sulle quali affacciano coloratissime casette, che rendono la città una piccola bomboniera. Il centro storico di Bratislava è esclusivamente pedonale ed è il posto ideale per assaporare l’essenza di questa città. La piazza principale è Hlavne Namestie, qui si trovano il Vecchio Municipio e la Fontana di Roland, ma la vera star è il Soldato Napoleonico con il tipico cappello: la statua di bronzo ricorda la storia di Bratislava e la visita in città di Napoleone. Più simpatica e la più amata dai turisti è la Statua di Cumil, che rappresenta un soldato che esce da un tombino, ideata secondo alcuni per rinnovare il corso della città. Ci sono tante altre installazioni che sbucano da dietro ogni angolo ed è divertente ritrovarsele davanti mentre si passeggia per le viuzze della città, tanto che per alcuni diventa una vera e propria caccia alle statue.


Soldato Napoleonico
Statuta di Cumil

Senza alcun dubbio il simbolo di Bratislava è Hrad, l’imponente Castello bianco che con le sue quattro torri angolari sovrasta la città e ne delinea il suo meraviglioso profilo. Dalla sua posizione dominante, si gode di un magnifico panorama sul fiume e sui tetti rossi della Città Vecchia.  Da qui è possibile ammirare il Ponte Nuovo, che anche se costruito più di 30 anni possiede un aspetto futuristico. La sua struttura audace ne rende una delle opere architettoniche più visitate della città. La cupola sormontante la torre è simpaticamente definita dagli abitanti una navicella Ufo, ed ospita un bar/ristorante dal quale è possibile godere di una visuale affascinante.

Il premio per la particolarità spetta però ad un'altro luogo, si tratta di una chiesa. Penserete cosa avrà mai una Chiesa di particolare e bizzarro... il colore: blu turchese. La Chiesa di Elisabetta d'Ungheria è meglio nota come la Chiesa Blu, ed è uno spettacolo proprio perché, sia l'interno che l'esterno e perfino il tetto, sono di questo inusuale colore, una tonalità di azzurro quasi fiabesco, che la rende unica al mondo.

Hrad, Castello di Bratislava

Statua equestre di Svatopluk I

Castello di Bratislava

Ponte Nuovo

Particolare del Castello di Bratislava
Particolare del centro storico

Chiesa Blu

Chiesa Blu, interno

Particolare cortile nel centro storico


Bratislava ci è piaciuta molto, tanto che ci siamo pentiti di averle dedicato un solo giorno e quindi anche questa volta ci siamo promessi di ritornare, perché ci sono ancora troppe cose da scoprire in questa città che ha saputo regalarci scorci romantici e straordinari.

Particolare Torre di San Michele


Sì viaggiare… 
Dolcemente viaggiare… 
con un ritmo fluente di vita nel cuore.