Latest Posts

Cartolina dal Vesuvio

By 15:42 , ,





#OnePictureOneStory

La ginestra o Il fiore del deserto è la penultima lirica di Giacomo Leopardi, scritta nella primavera del 1836 a Torre Del Greco. Leopardi inizia la poesia con la descrizione di un paesaggio desolato, quello del Vesuvio, rallegrato dalla presenza della profumata Ginestra, che diviene il simbolo della condizione umana, che abbiamo scelto di riportare sulla nostra cartolina, dedicata al Vesuvio. Di seguito riportiamo la prima strofa del capolavoro, considerato per molti il testamento spirituale del poeta.

Qui su l'arida schiena
Del formidabil monte
Sterminator Vesevo,
La qual null'altro allegra arbor nè fiore,
Tuoi cespi solitari intorno spargi,
Odorata ginestra,
Contenta dei deserti. Anco ti vidi
De' tuoi steli abbellir l'erme contrade
Che cingon la cittade
La qual fu donna de' mortali un tempo,
E del perduto impero
Par che col grave e taciturno aspetto
Faccian fede e ricordo al passeggero.
Or ti riveggo in questo suol, di tristi
Lochi e dal mondo abbandonati amante,
E d'afflitte fortune ognor compagna.
Questi campi cosparsi
Di ceneri infeconde, e ricoperti
Dell'impietrata lava,
Che sotto i passi al peregrin risona;
Dove s'annida e si contorce al sole
La serpe, e dove al noto
Cavernoso covil torna il coniglio;
Fur liete ville e colti,
E biondeggiàr di spiche, e risonaro
Di muggito d'armenti;
Fur giardini e palagi,
Agli ozi de' potenti
Gradito ospizio; e fur città famose
Che coi torrenti suoi l'altero monte
Dall'ignea bocca fulminando oppresse
Con gli abitanti insieme. Or tutto intorno
Una ruina involve,
Dove tu siedi, o fior gentile, e quasi
I danni altrui commiserando, al cielo
Di dolcissimo odor mandi un profumo,
Che il deserto consola. A queste piagge
Venga colui che d'esaltar con lode
Il nostro stato ha in uso, e vegga quanto
E' il gener nostro in cura
All'amante natura. E la possanza
Qui con giusta misura
Anco estimar potrà dell'uman seme,
Cui la dura nutrice, ov'ei men teme,
Con lieve moto in un momento annulla
In parte, e può con moti
Poco men lievi ancor subitamente
Annichilare in tutto.
Dipinte in queste rive
Son dell'umana gente
Le magnifiche sorti e progressive.


Postcard from Vesuvio
Cartolina del Vesuvio

Odorata Ginestra
Cartolina del Vesuvio, retro









You Might Also Like

4 commenti

  1. mi piacciono un sacco le vostre cartoline! Troppo simpatiche e originali :)
    Bacione ragazzi! Siete bravissimi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma che bello, ci fa moltoo piacere!!!
      Grazieeee :D, un abbraccio Manuela!!!

      Elimina
  2. Mai stato sul Vesuvio, dovrò rimediare! Bella l'idea della cartolina, complimenti ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Siiii devi :D Anche se..dobbiamo ammettere che pur avendolo a breve distanza, anche noi non c'eravamo mai stati prima!! Grazie comunque ci fa molto piacere :D

      Elimina

Ogni vostro commento è un nostro sorriso!