Latest Posts

Top 5 di Valencia

By 12:38 , , ,


La Città delle Arti e delle Scienze
La città delle Arti e delle Scienze è, senza alcun dubbio, la punta di diamante della città di Valencia. E' dotata di un'architettura futuristica incredibile, difficilmente osservabile altrove, non a caso al suo interno è stato girato il film Tomorrowland, interpretato da George Clooney, ambientato in un lontano  ed enigmatico futuro.  L'enorme complesso si può suddivedere in 4 grandi edifici: 
L'Oceanografico, il più grande parco marino d'Europa, ospita al suo interno circa 45.000 esemplari di oltre 500 specie diverse. Il pezzo forte della struttura è sicuramente il tunnel di 70 metri che proietta il visitatore in una dimensione ancora poco conosciuta ed esplorata, ovvero quella sottomarina.
Il Museo della Scienza, ospita mostre ed esposizioni a tema scientifico, molto apprezzate dai bambini.
L'Hemisfèric, è un'enorme "sala cinematografica" di circa 13.000 mq dalla particolare forma ovale che rende le proiezioni in 3D, sempre in tema scientifico, ancora più suggestive ed emozionanti da dare quasi l'impressione di essere i protagonisti della storia.
Il Palazzo delle Arti, è un'area dedicata agli spettacoli e manifestazioni artistiche.

Info e Ticket: http://shop.visitvalencia.com



Il Centro Storico
Alla Valencia futuristica va contrapposta quella classica, a tratti gotica, che di sicuro non ha nulla da invidiare alla parte "moderna". L'essenza di Valencia si concentra nella splendida Plaza de la Virgen, fulcro della città e punto d'incontro per moltissima gente nonché sede di numerosi eventi e ricorrenze, come, ad esempio, la famosa "Tribunal de las Aquas" di ogni giovedì. Sulla piazza, di forma irregolare, si trova la celebre Fuente de rio Turia ( erroneamente confusa col Dio Nettuno ), mentre lungo il perimetro troviamo diversi edifici storici, ovvero la facciata principale della Basilica de la Virgen de los Desamparados, la "Casa Vestuario", il palazzo della "Generalidad" e la Porta degli Apostoli della Cattedrale. Costruita nel XIII secolo, la Cattedrale di Valencia merita una particolare menzione, soprattutto per il suo particolare intreccio di stili che passa dal Romanico al Gotico, per finire al Barocco, caratteristica facilmente visibile osservando i tre portali d'ingresso alla struttura. Al suo interno sono custoditi tesori di inestimabile valore artistico-culturale, tra i quali alcuni dipinti del Goya e il calice gelosamente custodito all'interno di una cappella, avvolto da una misteriosa leggenda che lo identifica come il calice usato da Gesù nell'Ultima Cena, ovvero il Sacro Graal.



Il Bioparco
Il Bioparco di Valencia può essere considerato un piccolo angolo di Africa nel cuore della città. Dispone di una struttura all'avanguardia, dove le barriere ( in gran parte naturali ) sono ridotte al minimo e gli habitat ( Savana, Africa Equatoriale e Madagascar ) sono ricreati quasi alla perfezione. Si respira un'aria diversa, lontana anni luce dai tristi e classici Zoo sparsi per il mondo. Gli animali sembrano trovarsi a loro agio e sono liberi di scorazzare in lungo e in largo, dato che possono godere di ampi spazi all'aperto offerti dai circa 100.000 mq del parco. Il Bioparco di Valencia insegna alle persone che l'impegno e il rispetto verso la natura e le sue creature devono essere la base per una pacifica e almeno dignitosa convivenza.



Il mercato della Seta
La Lonja de la Seda è uno degli edifici più caratteristici di Valencia nonchè un gioiello del gotico civile europeo ed il simbolo della Valencia medievale. L'architettura segue le forme di un castello medievale e si compone di quattro parti: la Torre, la Sala del Consulado del Mar, il Cortile degli Aranci e la Sala de Contratacion. La sala dei contratti è sicuramente la parte più caratteristica per il suo particolare tetto che risalta per le sue 24 colonne elicoidali  che sorreggono le volte, che grazie agli archi, fanno assomigliare la struttura a una palma. Nonostante ci sia ben poco da vedere, a causa dell'assenza di un museo, vale la pena visitare questo luogo che custodisce, intatta, la bellezza di un tempo.



Mangiare Paella
Ebbene si, gustare un piatto di Paella è sicuramente una delle cose da fare a Valencia. La paella è oggigiorno un punto di riferimento della gastronomia spagnola, ed è proprio Valencia la città natale di questo gustoso piatto. Il nome deriva dal latino patella che indicava una padella larga e poco profonda in ferro, munita di due impugnature opposte, utilizzata per cucinare vari piatti a base di riso.
Inoltre la Paella Valenciana originale non è mista, o si mangia di carne (Valenciana) o di pesce (Paella de Marisco).

Ecco alcuni indirizzi dove gustare un'ottima paella:
Navarro: Calle Arzobispo Mayoral, 5 (Nei pressi della Plaça de l'Ajustement)
La Riua: Carrer del Mar, 27 (Nei pressi della Cattedrale)
Canela: Calle Quart 49




You Might Also Like

6 commenti

  1. Bellissima!!
    Sono tornata ieri dalla Spagna e già mi manca...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dove sei stata di preciso?
      Ti capiamo perfettamente, con queste giornate calde
      avremmo proprio voglia di un Horchata :D

      Elimina
  2. Deve essere una città meravigliosa, ancora non ci sono stata, ma è nella lista delle cose da fare!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Assolutamente Si!
      La Spagna ha delle città una più bella dell'altra e
      Valencia è una di quelle da visitare "obbligatoriamente" :D
      A presto!

      Elimina
  3. bella Valencia! mi piacerebbe tanto andarci!

    RispondiElimina

Ogni vostro commento è un nostro sorriso!